in:

Forlì. Sequestrati 10 chili di sostanza stupefacente. Quando il guidatore ha aperto il finestrino l’aroma ha colpito gli agenti che stavano svolgendo controlli.

A tradirli è stato il forte aroma che sprigiona la marijuana: un’odore caratteristico che ha attirato l’attenzione della polstrada. La polizia stradale di Forlì ha così arrestato tre stranieri (uno marocchino mentre degli altri due non sono state specificate le generalità), dopo averli sorpresi a bordo di una auto con oltre 10 chili di stupefacente. Tutto è partito da un controllo, sabato pomeriggio, da parte di una pattuglia. Gli agenti hanno fermato un veicolo con a bordo tre persone. Il guidatore, calato il finestrino della portiera, ha consegnato i documenti. Ed è stato proprio in quel momento che l’agente ha percepito provenire dall’interno un persistente odore che ha subito riconosciuto. Verificato che fra i tre, tutti già noti alle forze dell’ordine, vi era chi aveva precedenti in materia, è scattata la perquisizione. All’interno del baule è stato trovato un borsone con 12 sacchi di cellophane per un totale di 10 chili e 350 grammi di marijuana risultata di ottima qualità, con un forte principio attivo. Le successive perquisizioni domiciliari (i tre risiedono tutti a Faenza) ha portato al ritrovamento di altra marijuana. I tre si trovano ora nel carcere di Forlì a disposizione dell’autorità giudiziaria.


Riproduzione riservata © 2018 TRC