in:

Reggio Emilia. Ha picchiato la moglie e non era la prima volta. Sull’ennesima lite sono intervenuti ieri i carabinieri. In manette anche un indiano che maltrattava la compagna.

Un operaio italiano di 47 anni, residente in provincia di Reggio Emilia, è stato arrestato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia e lesioni. L’uomo, ieri sera, durante l’ennesima lite si è avventato sulla moglie, davanti alla figlioletta. La donna, nell’ultimo anno, era finita in ospedale già 4 volte per le botte, aveva denunciato il coniuge che però aveva presentato controdenunce. Un rapporto complesso e conflittuale, tanto che ieri anche la moglie ha tentato di aggredire il marito, finendo però per avere la peggio. Per questo i  militari hanno proceduto all’arresto dell’uomo.

 

E un uomo di 39 anni di origine indiana, è stato arrestato dalla polizia, sempre a Reggio Emilia, per lo stesso reato di “maltrattamenti in famiglia”. Ieri pomeriggio un’italiana ha chiamato il 113 denunciando che in via Tassoni aveva soccorso un’indiana in lacrime e scalza, facendola riparare nella propria autovettura. La donna, 22 anni, aveva raccontato che poco prima, mentre si trovava nella sua abitazione, era stata percossa dal marito. I maltrattamenti – secondo il suo racconto – risalivano al periodo in cui viveva ancora nel paese d’origine, poi continuati in Italia inducendola, un anno fa, a denunciarlo. Alla denuncia era seguita la separazione, e la vittima per alcuni mesi ha vissuto in una struttura protetta per donne maltrattate, fino al settembre scorso quando è tornata col marito per cercare di ricomporre l’unione. I maltrattamenti, però sarebbero ripresi. L’uomo è stato rintracciato a bordo di una macchina mentre rientrava a casa.


Riproduzione riservata © 2018 TRC