in:

Vincenzo Mazza era accusato di non aver agito con la dovuta urgenza e il bambino era molta. Per la difesa era stato seguito il protocollo.

Assolto questa mattina in tribunale a Modena il ginecologo Vincenzo Mazza, accusato di omicidio colposo per la morte di un neonato avvenuta nel 2006. Secondo l’accusa il medico non avrebbe praticato con la dovuta urgenza il taglio cesareo alla partoriente, una donna dello Sri Lanka, il cui bambino morì appena nato. Per la difesa, rappresentata dall’avvocato Andrea Mattioli, la morte del piccolo sarebbe stata imprevedibile e inspiegabile e il dottor Mazza avrebbe agito secondo il protocollo dettato dalla situazione clinica della donna. Tesi accolta dal giudice.


Riproduzione riservata © 2018 TRC