Tagli, spending review, minori risorse per progetti didattici importanti, ma c’è chi non si arrende. Alla Direzione didattica di Vignola si punta sul crowdfunding

Non arrendersi alla crisi e alla spending review, ai soldi dal Ministero che arrivano sempre più con il contagocce, ai tagli degli enti locali e, ormai, anche delle Fondazioni. La scuola modenese vive in questi anni un drammatico calo di risorse che mette in discussione il proseguimento di progetti didattici preziosi per la qualità dell’insegnamento. E’ il caso del progetto Baloo della Direzione didattica di Vignola che dal 2005 ha consentito di affiancare agli alunni più in difficoltà giovani laureandi, i Baloo appunto, in grado di aiutarli e supportare l’attività dei maestri di sostegno.
Nel corso degli anni, sono stati ben 51 i Baloo coinvolti, un’esperienza preziosa per la scuola e anche per questi ragazzi. Non a caso molti sono poi diventati insegnanti. Quest’anno però la Direzione didattica si è trovata senza risorse per finanziare il progetto e attivare i 5 educatori che servivano. Così ha deciso di puntare sul Crowdfunding per reperire le risorse necessarie. Per sostenere il progetto Baloo 2.0 e ricevere le ricompense simboliche realizzate dagli alunni della scuola, si può contribuire versando dai 5 ai 500 euro attraverso il sito www.com-unity.it.

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC