in:

L’uomo si è rivolto ai carabinieri per finire di scontare la sua pena: la sua nuova fiamma era stata chiara su fatto che avrebbe dovuto farlo.

Che l’amore faccia fare pazzie lo sanno tutti, e a volte davvero non c’è limite. Per poter proseguire la storia d’amore con la sua donna, infatti, un uomo ha deciso di saldare il debito con la giustizia e si è costituito ai carabinieri. A compiere il gesto inusuale un tunisino di 25 anni, domiciliato a Reggio Emilia, che si è presentato alla stazione di Corso Cairoli. I militari, ascoltate le sue parole, dopo aver accertato che non era un mitomane (sul suo capo pendeva un ordine di carcerazione del 25 maggio per la sua fuga dai domiciliari, dove stava espiando una condanna a oltre 2 anni di reclusione) lo hanno subito accontentato. A convincere il giovane a costituirsi il fatto che durante la “latitanza” è nato un amore risultato più forte della voglia di libertà. Per coronare la love story, in linea con le richieste della donna, l’immigrato ha quindi deciso di espiare il residuo della pena, 7 mesi e 15 giorni di reclusione.


Riproduzione riservata © 2018 TRC