in:

E’ accaduto ieri sera a Carpi. Le fiamme al primo piano di una palazzina che si è poi riempita di fumo. 4 bimbi in ospedale, ma già dimessi.

Un violento incendio è scoppiato ieri sera intorno alle 23  al primo piano di un palazzo di via Unione Sovietica a Carpi. Il locale andato a fuoco, un’ ex palestra da anni in disuso, è stato  completamente distrutto dalle fiamme. L’acre fumo ha invaso i piani superiori e i vigili del fuoco hanno deciso l’evacuazione dell’intero stabile di sette piani- Circa ottanta famiglie hanno pertanto passato la notte fuori casa. Cinque bambini sono stati trasportati all’ospedale in via precauzionale e sono stati dimessi poco dopo. Sul posto si sono precipitati vigili del fuoco che hanno lavorato fino alle 4 di questa mattina, le ambulanze del 118 e la polizia. Le fiamme, secondo i primi rilievi pare siano divampate da un divano  ma ad innescare l’incendio è stato probabilmente un falò acceso all’interno e riscaldarsi. Chi era al momento dentro ai locali, con probabilità clandestini, è scappato prima dell’arrivo dei soccorsi. Il palazzo, prevalentemente abitato da stranieri è ben conosciuto alle forze dell’ordine che regolarmente effettuano controlli. Nello stabile,denominato il Biscione, il via vai è frequente e il locale andato a fuoco, facilmente accessibile poiché senza sigilli  è talvolta meta di senza tetto. Una situazione  che fa arrabbiare tanti residenti costretti a convivere con una situazione di degrado.


Riproduzione riservata © 2018 TRC