in:

Alla fine di settembre si era aggiunta un’aggressione fisica che aveva costretto la giovane a farsi medicare in ospedale le ferite, guaribili in 7 giorni

Scenate di gelosia davanti agli amici, sms offensivi e minacciosi, botte che l’avevano fatta finire al pronto soccorso. A subire le violenze è stata una studentessa universitaria di Bologna, vessata per mesi dal fidanzato, un 25enne del Bolognese. Per il giovane, al termine di alcuni accertamenti fatti dalla polizia amministrativa, il Questore Vincenzo Stingone ha fatto scattare un ammonimento d’ufficio per atti persecutori e violenza domestica. La ragazza aveva inizialmente presentato una denuncia nei confronti del 25enne, per le frequenti prevaricazioni che aveva subito: scenate di gelosia in pubblico, controlli delle frequentazioni che l’avevano isolata dalle amicizie, telefonate e sms dal contenuto sgradevole. A questo, alla fine di settembre si era aggiunta anche un’aggressione fisica che l’aveva costretta a farsi medicare in ospedale le ferite, guaribili in 7 giorni. Successivamente la giovane, interrotta la relazione, ha chiesto l’archiviazione della denuncia. Ma come previsto dalla recente normativa di contrasto alla violenza di genere, e visto il quadro emerso dalle indagini, per il ragazzo è stato emesso d’ufficio il provvedimento di ammonimento.

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC