in:

Un malvivente si è finto un tecnico per il controllo dei termosifoni, ed è riuscito a raggirare due pensionati in zona Santa Viola.

Il ‘solito’ finto tecnico si è presentato ieri in zona Santa Viola, alla periferia di Bologna, a casa di due anziani ed è riuscito a rubare diecimila euro, fra soldi e gioielli. Dalle descrizioni si tratterebbe sempre della stessa persona. Il primo a finire nel mirino del malvivente è stato un pensionato di 88 anni. Verso le 9 ha fatto entrare in casa un uomo sui 35 anni – robusto, accento meridionale, tuta blu e cappellino – che ha mostrato un cartellino e detto di essere stato mandato dall’amministratore di condominio per alcuni controlli all’acqua dei termosifoni. Con la scusa di possibili interferenze con l’apparecchio che doveva utilizzare, è riuscito a farsi indicare la cassaforte a muro che, in breve, è riuscito a svuotare. Dentro c’erano 3.500 euro, oltre a monete in argento e oggetti in oro.

 

Lo stesso copione si è ripetuto nell’appartamento di una donna di 77 anni. Anche qui il finto tecnico ha tirato in ballo le interferenze e, dopo averle fatto mettere i gioielli sotto un cuscino, ha cominciato a spostare i quadri. La pensionata a quel punto si è insospettita e lo ha mandato via, ma era troppo tardi: il truffatore aveva già intascato i monili, valore sui 5.000 euro. Sui due episodi ha avviato indagini la polizia. (A

 

 

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC