in:

Il gruppo, però, è stato disposto dal questore soprattutto a protezione delle fasce deboli, spesso vittime di furti, scippi e truffe.

Arresto della ‘task force’ di poliziotti recentemente costituita alla squadra Mobile dal questore di Bologna, Vincenzo Stingone, per contrastare i cosiddetti reati predatori (furti, scippi, truffe) in danno delle fasce deboli, come persone anziane o donne sole. Durante un servizio in zona Saffi, ieri mattina gli agenti in borghese hanno notato tre donne, tutte nomadi e ‘volti noti’ alle forze dell’ordine, entrare in un market della catena Acqua e Sapone, e uscirne poco dopo con un bottino di detersivi, profumi, lamette da barba e altri accessori. Il terzetto è stato bloccato mentre stava per salire in macchina e darsi alla fuga con la refurtiva, che avevano nascosto nelle capienti tasche interne dei loro giacconi. In manette sono finite Rossana B., 39 anni, di Ravenna, Jacqueline C., 39 di Udine e Laura C., 29 di Reggio Emilia. Sono accusate di furto pluriaggravato in concorso.


Riproduzione riservata © 2018 TRC