in:

Reggio Emilia, l’uomo bloccato dalla polizia un nigeriano che aveva da poco perso il lavoro.

Un nigeriano di 44 anni è stato denunciato dalla Squadra Mobile di Reggio Emilia per maltrattamenti continuati in famiglia. Attraverso testimonianze, è emerso che l’uomo picchiava i due figli maschi e la moglie, e che dagli scatti d’ira era esclusa solo la figlia di pochi mesi. La moglie ha spiegato che il marito aveva perso il lavoro, e che condizione di disoccupato aveva aumentato la sua aggressività. La donna, da 4 anni in Italia, agli uomini della Mobile ha spiegato che il marito la insultava e la picchiava continuamente. Poi nell’ultimo anno aveva cominciato a prendersela con i figli che in alcune circostanze erano stati picchiati anche in maniera forte. Due anni fa la coppia si era anche separata, ma poi la donna aveva ridato credito al marito che in apparenza sembrava cambiato e pentito, così i due erano tornati insieme. Ma dopo un primo periodo di serenità familiare durante il quale la donna rimaneva incinta della bambina, l’uomo era tornato violento, e aveva pure nascosto i documenti della moglie e dei figli temendo che potessero scappare.


Riproduzione riservata © 2018 TRC