in:

Andrea Bartolini, 45 anni, era stato colpito durante una lite. Un uomo avrebbe confessato di aver preso parte alla rissa in cui perse la vita il ferrarese.

Un uomo sarebbe indagato per la morte di Andrea Bartolini, il 45enne ferrarese, morto 12 ore dopo una lite avvenuta giovedì scorso a Trieste, in cui era stato colpito con un calcio alla milza. L’indagato avrebbe confessato di aver partecipato alla lite, scaturita per futili motivi in un bar della città giuliana, e di aver colpito Bartolini. E’ accusato di omicidio preterintenzionale. La Procura della repubblica di Trieste ha disposto l’autopsia della vittima. Andrea Bartolini, che lavorava da libero professionista come disegnatore web, viveva a Ferrara ma di recente si era trasferito dalla fidanzata. La lite è avvenuta proprio a poche decine di metri dall’abitazione della donna. I familiari dell’uomo hanno saputo quello che era successo da un operatore del 118 che ha risposto a una chiamata sul cellulare della vittima. Il fratello, Davide, si è recato subito a Trieste ma solo per il riconoscimento del cadavere.


Riproduzione riservata © 2018 TRC