in:

Secondo il prestigioso quotidiano sotto la lente delle fiamme gialle anche 20mila euro di auto blu del presidente. Notizia per ora non confermata e non smentita.

La notizia è apparsa sul giornale, ma non è confermata, per ora, da fonti investigativa. Tra le spese del gruppo Pd nell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna acquisite dalla Guardia di Finanza ci sarebbero anche 20 mila euro di trasporti, auto blu utilizzate, come consigliere, dal presidente Vasco Errani, da giugno 2010 ad agosto 2011. A scriverlo è il Corriere di Bologna e la circostanza non trova per ora conferme, anche se neppure smentite. Errani non risulta indagato nell’inchiesta per peculato della Procura di Bologna, dove invece sono iscritti i nove capigruppo dell’attuale legislatura.

 

Il responsabile Pd, Marco Monari, nei giorni scorsi, ha dato le dimissioni dall’incarico. Per Errani si tratterebbe di viaggi a Bologna e in regione, non a Roma. Il quotidiano riferisce che dallo staff di Errani fanno sapere che il numero uno della giunta regionale utilizzava le auto della Presidenza quando viaggiava per la presidenza e quelle del gruppo quando partecipava a iniziative del gruppo. Emerge anche che da settembre a dicembre 2011, gli ultimi quattro mesi analizzati dalla Gdf, non c’è più traccia di questi pagamenti. Ma il Pdl chiede comunque le dimissioni. Per Michele Facci, capogruppo del Pdl in Comune a Bologna, dovrebbe farlo per mandare a casa tutti i consiglieri.


Riproduzione riservata © 2018 TRC