Per il giudice non esiste la possibilità di inquinamento delle prove

Enrico Tagliazucchi, l’ex responsabile dell’ufficio urbanistica del Comune di Serramazzoni, coinvolto in un’inchiesta su mazzette in cambio di favori edilizi, è tornato in libertà. Lo ha deciso il tribunale del riesame che ha revocato gli arresti domiciliari. Per il giudice non esiste la possibilità di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato. Cambiata anche l’accusa nei confronti dell’ex funzionario passata da corruzione a concussione.


Riproduzione riservata © 2017 TRC