E dopo 4 mesi sono all’esasperazione. I moduli abitativi pronti solo a dicembre

L’emergenza è finita, ma nei campi tenda le persone che ci vivono ormai da 4 mesi sono al limite della sopportazione. Speravano di poterle lasciare in ottobre, ma chi ha chiesto i moduli abitativi-container, dovrà aspettare dicembre. La regione Emilia-Romagna ha già emanato il bando da 139 milioni di euro per acquistare 2000 moduli abitativi, ma per terminare le procedure e la posa in opera serviranno ancora due mesi. Dopo un’estate torrida, nelle tende si subiscono ora i disagi dell’autunno: freddo, umidità e bambini che si ammalano. E dopo 4 mesi la situazione dei servizi igienici e di pulizia è sempre più difficile. Intanto però arrivano finalmente i primi contributi: da lunedì saranno disponibili nelle casse dei comuni i primi soldi per chi ha trovato una sistemazione autonoma e da metà ottobre saranno pronte anche le nuove scuole elementari per i bambini costretti finora a lezioni in tenda. I comuni continuano inoltre a cercare posti negli alberghi, per offrire alternative alle tende. Purtroppo le maggiori disponibilità sono in riviera, sistemazioni impossibili per chi lavora qui o ha figli che vanno a scuola.


Riproduzione riservata © 2017 TRC