Ridotta, a causa dei pesanti taglio al settore, ma punta sulla qualità

Parte, con gli effetti di qualche taglio e due pause forzate a Novembre e Gennaio in virtù del risparmio, ma parte la nuova stagione del Comunale al tempo della crisi. Due calendari di Opera e Concerti che, rispettivamente dal 17 e 27 Ottobre, apriranno il sipario su una stagione sofferta ma che sa conservare dignità e spessore. A riprova ne è il debutto con un Don Carlo in “versione Modena” approntata dallo stesso Giuseppe Verdi nel 1886 e mai più rappresentata in città da allora. Un’opera per la quale si sono già mosse richieste di poltrone da ogni parte del mondo. Nell’anno del bicentenario della nascita del compositore questo Don Carlo firmato dal regista newyorkese Joseph Franconi Lee. Dall’Oliver Twist in prima esecuzione assoluta, passando attraverso il musical Grease della Compagnia della Rancia, Le nozze di Figaro ed il Barbiere di Siviglia, fino all’Otello il calendario dell’Opera punta alla qualità, garanzia di successo nei momenti di difficoltà. I concerti prendono il via con il ritorno dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e propongono, tra i nomi più acclamati, quello della Philharmonia Orchestra.
     


Riproduzione riservata © 2017 TRC