Turni pomeridiani ma scuole quasi tutte aperte. Non le palestre però

Turni pomeridiani e rotazioni delle classi nelle aule con l’obiettivo a breve termine – entro la metà di ottobre – di installare tutti i moduli necessari. A Carpi il primo giorno di scuola è stato tutto sommato regolare, considerati i tempi straordinari che stiamo vivendo. 11.500 gli studenti del comune e una sola classe, la materna Marchiona, che partirà da ottobre. Uno sforzo eccezionale conferma oggi l’assessore Maria Cleofe Filippi. Scuole aperte ma palestre chiuse. Allo stato attuale solo il 40% delle strutture sportive carpigiane è utilizzabile: al mattino servono per le scuole, al pomeriggio vengono messe a disposizione delle società sportive del territorio. La maggior parte degli impianti ha subito danni che vanno dai 20 ai 50mila euro. L’assessore D’Addese lancia un appello al commissario Errani per fare ripartire anche lo sport.


Riproduzione riservata © 2017 TRC