Motori, sapori e cultura per la prima edizione della Notte Rossa di Maranello. In tantissimi hanno partecipato, ieri sera, alla celebrazione della “Passione rossa”.

Una grande kermesse tutta dedicata alla passione rossa. Maranello ieri sera è diventata notte rossa, di motori e notte di sapori. Tante iniziative: esposizioni di Ferrari: un fiume rosso che ha coinvolto tutte le vie cittadine, mostre, il concerto di Richard Lord, monegasco, grande appassionato di Ferrari tanto da dedicare una sua canzone a Maranello e al Cavallino; le note di Max Gazzè in piazza Libertà, fontane danzanti e balli. Il museo Ferrari aperto fino alle 24. La Notte Rossa di Maranello ha fatto il pieno, molti gli appassionati della mitica Ferrari, grazie alla partecipazione di club storici e della scuderia Ferrari club italiana. Una serata che oltre a celebrare la passione rossa, ha dedicato molto spazio al gusto con degustazioni e menù a tema: le eccellenze eno-gastronomiche in primo piano, grazie ai Consorzi di valorizzazione e tutela, con un angolo dedicato ai produttori del Consorzio Maranello Terra del Mito e del Comitato prodotti tipici del comune di Maranello. Per tutti, filo conduttore il colore rosso. Una notte Rossa di Festa quella che si è tenuta a Maranello sabato 15 settembre. Il cortile del museo Ferrari ha ospitato il concerto di un artista di valore internazionale, Richard Lord, autore di un pezzo dedicato alla città del cavallino.


Riproduzione riservata © 2017 TRC