Saranno impegnati nei comuni terremotati per far fronte ai bisogni delle comunità

Saranno 500 i giovani, 400 solo in Emilia Romagna, selezionati dal bando straordinario di servizio civile nazionale a favore delle zone colpite dal sisma. La maggior parte di loro saranno impegnati nei settori educativo ed assistenziale, ma anche in quello dei beni artistici e culturali. Un folto gruppo di ragazzi, provenienti anche dalle zone terremotate, disposti ad impegnarsi per far fronte ai bisogni espressi dalle comunità dei territori colpiti dal sisma nella fase di ripresa della vita sociale, di ricostruzione e di ritorno alla normalità attraverso il recupero della quotidianità.


Riproduzione riservata © 2017 TRC