Sono più di mille le opere d’arte salvate dalle macerie delle chiese e dei palazzi, che ora verranno restaurate e messe in sicurezza all’interno del Palazzo Ducale di Sassuolo

Ore e ore di lavoro accurato e millimetrico per salvarle e per poterle dare una nuova vita. Centinaia di opere d’arte salvate dalle macerie di chiese, palazzi, monumenti, municipi crollati e che ora si trovano all’interno del palazzo ducale di Sassuolo dove sono sottoposte a un primo intervento di spolveratura, poi manutenzione e restauro. I vasti ambienti del pian terreno del Palazzo sono stati individuati dall’unità di crisi regionale come luogo di raccolta e a fine agosto le opere d’arte provenienti dai vari paesi terremotati di Modena e Ferrara erano 1086, provenienti da 79 siti. I restauratori oltre ai primi interventi di salvaguardia, procederanno con l’archiviazione e con il riordino secondo criteri di priorità dei futuri interventi.


Riproduzione riservata © 2017 TRC