Ma il sindaco assicura che le scuole riaprirano regolarmente

Tre mesi fa Cavezzo fu duramente colpita dal sisma, che provocò anche 5 vittime in paese. Ormai, dice il sindaco Stefano Draghetti, sta terminando la fase d’emergenza e prende il via la fase della ricostruzione. Inoltre, assicura il primo cittadino, anche se con soluzioni provvisorie riusciremo ad iniziare regolarmente l’anno scolastico.
L’asilo comunale, oggi aperto alla popolazione per i servizi igienici e le docce, tornerà alla sua funzione dal primo settembre, mentre in via primo maggio si lavora freneticamente per allestire le scuole. Oltre l’asilo comunale e una scuola materna, che riapriranno regolarmente, i restanti alunni dovranno trovare dimore nei moduli prefabbricati, che però saranno pronti a metà ottobre. In attesa, dunque, il comune ha optato per il Palaverde e altre strutture. Per quanto riguarda la situazione, tre mesi dopo il terremoto, i senza casa a Cavezzo sono ancora 1.500, su circa 8mila abitanti. Nei parchi e nei parcheggi si vedono ancora molte tende autogestite, ma assicura il primo cittadino, molte non sono realmente utilizzate


Riproduzione riservata © 2017 TRC