La campagna di sensibilizzazione del Comune in collaborazione con Hera

Il fumo, si sa, fa male alla salute, ma tra i danni collaterali delle bionde, a dire il vero più dovuto a mancanza di senso civico, ci sono anche i mozziconi disseminati lungo le strade della città. Una cattiva abitudine specialmente in centro storico dove creano non poche difficoltà agli operatori durante la spazzatura delle strade che spesso devono stanarli dalle fessure dei ciotoli col rischio di rovinare i manufatti. Ogni anno, spiega Hera in Italia vengono raccolti 195 milioni di mozziconi di sigaretta,un milione solo a Modena.  Non solo una questione di decoro e ordine, i resti delle  bionde  contengono infatti sostanze chimiche dannose per l’ambiente. Insomma c’è tutto l’interesse a non usare la città come un grande portacenere. Per fare fronte al problema il Comune di Modena ha promosso una campagna di sensibilizzazione al fine di convincere la gente ad usare i posacenere In centro storico ne sono stati collocati 40 nuovi, alcuni montati sui cestini già esistenti altri saranno fissati singolarmente,in accordo con i proprietari, alle pareti di immobili privati. A partire dal 1 settembre saranno inoltre distribuiti nei locali pubblici del centro duemila ecoastucci, dei piccoli posacenere tascabili. Ultimo ma non per importanza pochi sanno, come  ricorda l’assessore all’ambiente del Comune Simona Arletti, che gettare i mozziconi per strada comporta una sanzione. Insomma con un semplice gesto si ottengono risultati importanti per la città.


Riproduzione riservata © 2017 TRC