In tempo di crisi l’assicurazione per l’auto diventa un costo che pesa sempre di più sulle tasche dei cittadini.

C’è una voce nel calcolo complessivo delle spese annuali di una famiglia media che pesa sempre di più sul portafogli. E’ quella dell’auto ed in particolare dell’assicurazione. Secondo una recente rilevazione dell’Istat, confermata anche dai dati di Federconsumatori di Modena, dopo un aumento del quasi 4,5%  nel 2010 e di un 5,4 in media, lo scorso anno, nei primi mesi dell’anno in corso, il rincaro sarebbe già piuttosto alto. Per l’Ania, l’associazione che raggruppa le compagnie assicurative, le tariffe sarebbero, complessivamente più basse.  A livello di mercato, dicono le compagnie, i prezzi di listino non corrispondono sempre a quelli effettivamente pagati per l’acquisto o il rinnovo della polizza assicurativa, perché sarebbero tanti i fattori di calcolo applicati e diversi per tipologia di rischio. L’associazione si rapporta al dato complessivo che evidenzierebbe aumenti, ma in rallentamento. Di opinione diversa l’associazione che tutela i consumatori. Resta comunque difficile, per tanti, avere un’indicazione attendibile sulla variazione della spesa reale dei consumatori. 


Riproduzione riservata © 2017 TRC