900mila euro sono stati stanziati dal ministero dell’istruzione per aiutare la funzionalità delle scuole colpite dal terremoto.

900mila euro, o poco meno, a favore delle scuole colpite dal terremoto. Li ha stanziati il ministero dell’istruzione, su richiesta dell’Ufficio scolastico regionale, ma non sono finalizzati alla ricostruzione degli edifici, serviranno per rendere le strutture più funzionali. In particolare verranno finanziate attrezzature informatiche che permettano, in caso di necessità, anche di tenere lezioni a distanza, e apparecchiature che permettano alle segreterie di far fronte ai nuovi problemi creati dal sisma. Circa la metà della somma, oltre 430mila euro, andranno agli istituti modenesi, con investimenti anche rilevanti come al Gasparini di Novi, che riceverà 35mila euro, o il Galilei di Mirandola, che ne avrà 27mila. E oggi il Commissario per la ricostruzione, Vasco Errani, ha incontrato i sindaci dei comuni coinvolti e ha annunciato che domani, dopo un incontro con le banche, partirà l’ordinanza sul ripristino delle case recuperabili per cercare di cominciare i lavori prima dell’arrivo dei fondi statali, previsto a gennaio 2013. Errani, che ha anche confermato un aumento fino a 900 euro per il contributi all’affitto per gli sfollati, ha ricordato che l’obiettivo è sempre quello di chiudere le tendopoli entro l’autunno.


Riproduzione riservata © 2017 TRC