Esordio di campionato per i neroverdi, sul campo sintetico di Cesena

Tre punti in palio, ma anche la voglia di capire fin dalle prime sfide che ruolo potrà avere il Sassuolo nel campionato di serie B al quale venerdì hanno dato il via Modena e Verona. Rispetto allo scorso anno, agli 80 punti dei neroverdi di Pea che non sono bastati per la promozione diretta in serie A, tanto è cambiato. Nuovo è il tecnico, Eusebio Di Francesco, nuovo il credo tattico di una squadra che torna di fatto al passato, ma con l’obiettivo di essere ancora protagonista. Il primo test è subito sul campo di una grande, quel Cesena retrocesso dalla serie A che gioca sul sintetico e si affida all’ex capitano del Modena Nicola Campedelli per guidare in panchina un gruppo costruito per traguardi ambiziosi. In casa Sassuolo tutti rispondono presente, con la sola eccezione dello stesso Di Francesco, che per una squalifica che risale alla passata stagione assisterà alla partita dalla tribuna. Alla sfida del Manuzzi la squadra arriva ancora senza il centravanti di ruolo che il club sta rincorrendo. Richmond Boakye tornerà in neroverde, ma per ora non lo è. Un’attesa e un’assenza che non tolgono il sonno all’allenatore sassolese.


Riproduzione riservata © 2017 TRC