Nei guai un’azienda di Modena del settore dell’abbigliamento. 3 persone denunciate

Un sistema ben collaudato che permetteva all’azienda di evadere sistematicamente il fisco per un importo che le fiamme gialle hanno accertato essere di un milione e duecento mila euro. A finire nei guai sono state tre persone, tutti uomini tra i 30 e i 40 anni, uno di questi legale rappresentante di una ditta del settore abbigliamento accessori all’ingrosso di Modena. E’ su di lui che la magistatura ha fatto scattare il sequestro preventivo di beni immobili, in tutto 7 tra abitazioni e laboratori nel bolognese. Il sistema era quello più diffuso, l’emissione di fatture per operazioni inesistenti, in modo da contrarre notevolmente la base imponibile e di conseguenza le relative imposte. Un gioco di compra vendita di materiale esistente solo sulla carta, messo in atto attraverso il rapporto con società fittizie, dette appunto cartiere, costituite cioè al solo scopo di emettere fatture false. Solo di Iva l’azienda modenese era riuscita a evadere oltre un milione di euro. Un preoccupante fenomeno, quello dell’evasione fiscale, che anche nel modenese vede magistatura e guardia di finanza lavorare incessantemente. 


Riproduzione riservata © 2017 TRC