Gli ospiti dei campi si sono ridotti ad un terzo, tant’è vero che la tendopoli del Veneto chiuderà a giorni. A San Felice, dunque, molti cittadini stanno tornando a casa e sul fronte scuola c’è in costruzione un nuovo polo

In centro si vede ancora poca gente. Ma nonostante le apparenze (caldo e afa di certo non aiutano) il cuore di San Felice ha ripreso a pulsare. Scomparsi quasi del tutto blocchi e transenne, mentre la messa in sicurezza degli edifici ha consentito il rientro a casa di molti residenti. E a conferma del fatto che la situazione sta lentamente tornando alla normalità arriva la notizia dell’ormai imminente smantellamento del campo Veneto. Tra le priorità dell’amministrazione comunale spicca il risolvimento in tempi brevi del problema casa per coloro che ce l’hanno inagibile. Ma settembre è ormai alle porte e c’è da pensare anche all’inizio dell’anno scolastico. Gli alunni della scuola media, l’unica recuperabile, lo inizieranno nei container. Per gli altri arriverà, in tempi tutto sommato brevi, un nuovo polo, già in fase di realizzazione alle porte del paese, a ridosso del molino Ariani.


Riproduzione riservata © 2017 TRC