I modenesi scelgono il ristoro della piscina

E’ una vera e propria tempesta di caldo quella in atto su tutta la penisola, che sembra non risparmiare la città di Modena. Se fino ad oggi saremmo stretti nella morsa di Caligola, da domani, infatti, a mettere a dura prova la nostra capacità di resistenza termica arriverà Lucifero. In questo fine settimana post-ferragostano, dunque, cosa c’è di meglio di un po’ di sole e acqua? Ne sono convinti i bagnanti delle piscine in città che hanno deciso di passare una domenica all’insegna del divertimento, dando un po’ di ristoro ai propri piccoli e godendosi il riposo domenicale. Chi per eccesso di caldo, chi per la convenienza economica di non spingersi troppo oltre per raggiungere il mare, la piscina diventa sempre un buon modo di passare la domenica, specie quando in casa l’afa ti opprime. Ma il peggio sul fronte del caldo deve ancora arrivare: una lingua infuocata provocherà quello che in gergo tecnico è denominato Hot-storm, ovvero una tempesta di caldo, un continuo aumento delle temperature giorno per giorno, in un incessante salita della colonnina di mercurio. Il nord Italia boccheggerà soprattutto da domani e fino a giovedì, quando si arriverà a picchi di 41° gradi. Tanto che la protezione civile emiliano-romagnola ha diramato un’allerta caldo a partire dalla mezzanotte di oggi e fino alla mezzanotte di mercoledì. Le categorie a rischio, quali anziani e bambini, dovranno prestare attenzione a i colpi di calore e disidratazione. Evitare, dunque, di uscire nelle ore più calde, bere molta acqua e mangiare molta frutta fresca e verdura.


Riproduzione riservata © 2017 TRC