I sindaci della Bassa rivendicano il diritto alla sospensione dei pagamenti fiscali per tutto l’anno prossimo

Non abbandoneremo la nostra battaglia: chi ha subito danni non dovrà pagare le tasse almeno per tutto il prossimo anno. Così i sindaci della Bassa modenese colpita dal sisma, riprendono l’auspicio annunciato dal commissario straordinario Vasco Errani, che si è impegnato per far sì che la ripresa passi anche da una fiscalità agevolata, ma solo per chi ha effettivamente subito danni e continua ad averne. “Chi ha la casa inagibile – ha detto infatti Errari davanti al ministro Cancellieri – non deve pagare l’Imu per il prossimo anno e chi ha il capannone distrutto e non produce non deve pagare le tasse”. “Sarebbe assurdo – gli fa eco Fernando Ferioli, sindaco di Finale – mantenere la sospensione delle tasse per tutto il cratere sismico, occorre fare delle distinzioni tra chi ha subito danni e chi no. Il periodo minimo di sospensione dovrà durare almeno per tutto il 2013, ma per le attività economiche, ad esempio, sono dell’avviso che il non pagamento delle tasse dovrà estendersi fino a quando non si riprende a pieno la funzionalità delle attività, che già hanno subito di effetti di una crisi stringente”. Forse è improprio fare paragoni con altri eventi sismici, ma se pensiamo che l’Aquila ha goduto una sospensione per tre anni, il 30 settembre risulta una data veramente ravvicinata. “Continueremo ad insistere – chiosa Luisa Turci, sindaco di Novi – perché chi ha avuto danni non dovrà pagare. Per cittadini e imprese che hanno avuto danni è necessario concedere fiato, con una proroga fino ad almeno il 2013. Che non vuol dire non pagare più, ma agevolare la ripresa”. Non una sospensione indiscriminata, dunque, ma selettiva, onde evitare che ci si trovi con cumuli di arretrati. “Chi non ha avuto dei problemi – aggiunge difatti Alberto Silvestri, sindaco di San Felice – è giusto che riprenda a pagare, ma chi ha la casa inagibile deve poter usufruire della sospensione per tutto il periodo di inagibilità”.


Riproduzione riservata © 2017 TRC