Fanno parte del pacchetto di assunzioni annunciate ieri dal ministro Profumo

615 precari assunti a tempo indeterminato lo scorso anno, altri 337 che saranno stabilizzati in vista dell’inizio del prossimo anno scolastico. A dare la notizia è stato ieri il ministro dell’istruzione, Francesco Profumo. Nel modenese dal 1° settembre entreranno in ruolo 21 docenti nelle scuole dell’infanzia, 115 alle elementari, 89 alle medie, 71 alle superiori e 41 insegnanti di sostegno. “Queste nuove immissioni in ruolo arrivano dopo le 67 mila assunzioni dello scorso anno – ricorda il segretario provinciale della Cisl Scuola, Monica Barbolini – Con le nuove assunzioni si rafforza l’obiettivo di una stabilizzazione del lavoro nella scuola, che certamente va incontro agli interessi di tanti lavoratori, ma favorisce anche una più efficace organizzazione del lavoro e, quindi, la crescita di qualità del servizio scolastico”. I risultati ottenuti sono ancor più apprezzabili dato il contesto difficile che il Paese sta vivendo. Complessivamente in Emilia Romagna le immissioni in ruolo saranno 1608. Un passo importante per risolvere l’annosa questione dei posti vacanti assegnati a fine agosto con contestuale continuo cambio dei docenti nelle classi ad ogni inizio di anno scolastico. Resta però aperta la questione del personale amministrativo, tecnico e ausiliario, con le assunzioni bloccate dalle norme su esuberi e inidonei contenute nella spending review. Secondo i sindacati, infatti, le disponibilità superano di gran lunga il numero degli esuberi; con quasi 5 mila posti vacanti a livello nazionale.


Riproduzione riservata © 2017 TRC