In calo i prezzi di frutta e ortaggi ma anche della telefonia

Cambio di rotta per il tasso tendenziale annuo di inflazione a Modena, che secondo la rilevazione di luglio del servizio Statistica del comune, scende a +2,7%, per la prima volta da ottobre 2011 sotto la soglia del 3%. E questo nonostante una lievissima crescita dei prezzi rispetto a giugno, +0,1%. Il calo più significativo riguarda frutta e ortaggi. In aumento, invece, pasta, cereali, pesce, gelati, alimenti per bambini e bevande analcoliche. Calo rilevante anche per apparecchi telefonici e servizi postali, ma aumentano i prezzi dei servizi di telefonia fissa. Più lieve la riduzione dei prezzi nella divisione servizi sanitari e spese per la salute. Aumentano invece i costi per la casa a causa delle tariffe in crescita di gas, energia elettrica, combustibili solidi e spese condominiali. Cala invece il gasolio per riscaldamento.


Riproduzione riservata © 2017 TRC