Tante le risposte, anche dall’estero, per aiutare gli studenti colpiti dal sisma

Da nord a sud del paese in tanti hanno risposto all’appello dell’Ufficio scolastico regionale, che ha lanciato l’iniziativa “Adotta una scuola”. Associazioni, imprese, interi istituti scolastici, comitati genitori, collegi insegnanti, e studenti stessi hanno offerto aiuto per chi si ritrova senza aule e senza materiali a causa del terremoto di maggio. La solidarietà ha persino superato i confini nazionali, visto che un college olandese ha adottato l’Istituto comprensivo di Soliera, e Alliance ha offerto un soggiorno in Francia a due studenti di Mirandola. Il progetto non serve a reperire i fondi necessari a ricostruire i muri, ma vuole aiutare la didattica, comprando materiale, come i computer, aiutando con borse di studio gli studenti che si trovano in difficoltà a causa del sisma, affiancandosi con un gemellaggio ai colleghi che devono ripartire. E a rispondere 200 fra istituzioni e persone fra le più varie, sposi che donano le bomboniere, la Camera di commercio di Salerno che adotta una direzione didattica e naturalmente i rappers che hanno dedicato al tema una raccolta di fondi con l’Mtv Day creando un brano per l’occasione, “Se il mondo fosse”. E le buone notizie non finiscono qui: Zanichelli e Rcs libri sostituiscono gratuitamente i testi danneggiati dal sisma, basta compilare i moduli nei relativi indirizzi internet. Per adottare una scuola, invece, visitare il sito: istruzioneer.it.


Riproduzione riservata © 2017 TRC