4.600 lavoratori di cooperative in cassa integrazione da sisma

In tutta la regione, gli sfollati sono scesi sotto gli 11mila, attualmente sono 10.500 le persone seguite dalla protezione civile. Ma se la gente ricomincia, pian piano, a rientrare nelle case, diverso è il discorso delle aziende. Oggi a lanciare l’allarme è Legacoop Emilia Romagna: il sisma ha fatto finire in cassa integrazione 4.600 lavoratori di 81 aziende cooperative, che si aggiungono ai 4mila che già erano sostenuti dagli ammortizzatori sociali a causa della crisi. “Sapevano che il 2012 – ha detto Paolo Cattabiani, presidente di Legacoop Emilia Romagna – sarebbe stato peggiore anche del 2011, il terremoto ha aggravato le cose. Per questo servono subito risorse”. Si unisce all’appello Confindustria regionale: “gli aiuti devono arrivare immediatamente, non abbiamo altro tempo”.


Riproduzione riservata © 2017 TRC