Un 64enne sassolese titolare di un night è finito in manette per furto di opere d’arte. L’uomo faceva parte della cosiddetta “Banda dei sessantenni”

Un 64enne sassolese titolare di un night è finito in manette per furto di opere d’arte. L’uomo faceva parte della cosiddetta “Banda dei sessantenni” che per vent’anni ha depredato chiese e luoghi sacri, tra cui alcune chiese poi distrutte dal terremoto. L’indagine è dei carabinieri di Casarza Ligure e del Nucleo Tutela Patrimonio artistico. I malviventi si sono traditi andando a messa in una chiesetta vicino a Genova per effettuare una sorta di sopralluogo e prendere le misure di due pale d’altare del Seicento.


Riproduzione riservata © 2017 TRC