in:

L’aveva aggredita assieme a un complice, preso lo scorso autunno

E’ finito in manette anche il secondo uomo che nell’estate del 2011, a Modena, con un amico ha violentato più volte e poi rapinato una prostituta ungherese di 27 anni. La donna era stata adescata da un finto cliente, un marocchino di 35 anni arrestato lo scorso ottobre mentre fuggiva in Francia, poi era stata rinchiusa nell’auto dove era entrato un secondo uomo con il passamontagna. Ma durante gli abusi anche il complice aveva mostrato il volto. La targa dell’auto, presa dalla vittima, e le descrizioni degli aguzzini avevano permesso alla polizia di Sassuolo a risalire all’identità dei responsabili. Ieri, su ordine di custodia cautelare, è stato prelevato al lavoro anche il secondo uomo, un marocchino 27enne. 


Riproduzione riservata © 2018 TRC