in:

Ha sequestrato e seviziato per 20 giorni la sua fidanzata, un modenese arrestato dalla polizia

L’ha legata al letto con catene e lucchetti per essere certo che non potesse allontanarsi, che non potesse lasciarlo, che non potesse correre da un altro uomo. Era accecato dalla gelosia il 43enne modenese, ma anche da rabbia e rancore. Tanto che non si è limitato a tenere segregata la fidanzata per 20 giorni, l’ha anche sottoposta a maltrattamenti e sevizie. Le spegneva le sigarette sulla pelle, le provocava piccoli tagli, le somministrava sedativi perchè non urlasse. E quando il padre dell’uomo lo ha supplicato di smetterla e di liberare la donna, una 39enne ucraina, il 43enne si è avventato anche sull’anziano genitore. E stato ieri lo zio dell’uomo a porre fine all’incubo: ha chiamato la polizia raccontando quanto accadeva. Gli agenti sono arrivati sul posto e hanno trovato il pensionato pieno di lividi, nell’appartamento accanto c’era la donna, appena liberata dal suo aguzzino, che si è anche mostrato perplesso per l’interesse delle forze dell’ordine a fatti tanto privati. Medicati all’ospedale, per il genitore una prognosi di 15 giorni, per la donna 30. E per l’uomo le manette, con l’accusa di sequestro di persona e lesioni. Sequestrato dalla volante anche un hard disk dove il modenese aveva salvate le immagini della lunga segregazione.


Riproduzione riservata © 2018 TRC