in:

Tante le autorità, ma anche gli amici, ai funerali di un vero “principe del foro”

Ha difeso Giulio Andreotti accusato di mafia, ma ha soprattutto curato le parti civili in processi importanti, come quello contro i brigatisti che uccisero il giuslavorista Marco Biagi o per la strage di piazza Fontana. Un avvocato integerrimo, che si è sempre battuto per la giustizia, come ricorda chi è cresciuto nel suo studio. Tra i processi più noti seguiti da Odoardo Ascari il disastro del Vajont. Oggi al funerali c’era anche il sindaco di Longarone, uno dei comuni colpiti dalla tragedia e rappresentato a processo proprio dall’avvocato modenese. E c’era anche Gemma Calabresi, vedova del commissario Luigi Calabresi ucciso dai terroristi. Ha voluto salutare l’avvocato che tanto ha aiutato la famiglia del poliziotto ad arrivare fino alla fine di un lungo processo. Tanti amici al funerale di Odoardo Ascari, tanti arrivati anche da lontano. Quello che però si notava era l’assenza di una rappresentanza della magistratura modenese alle esequie di un avvocato che, nel bene e nel male, ha contribuito alla storia del paese.


Riproduzione riservata © 2018 TRC