in:

Fu protagonista di alcuni tra i più importanti processi italiani

Era uno dei più conosciuti avvocati penalisti di Modena. E’ morto all’età di 89 anni Odoardo Ascari. E’ deceduto nella sua casa di via Fabrizi, in città, lascia la moglie e due figli. Ascari è stato protagonista di alcuni fra i più importanti processi italiani: nel 2003, in tribunale a Palermo, fece parte del collegio difensivo di Giulio Andreotti, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, prima assolto e poi condannato in appello, quando ormai il reato era finito in prescrizione. Fu sempre l’Avv. Ascari a rappresentare l’Università di Modena, parte civile, a Bologna, contro gli assassini del giuslavorista Marco Biagi. Si arrivò alla condanna di 5 esponenti delle nuove brigate rosse: Diana Blefari Melazzi, Roberto Morandi, Nadia Desdemona Lioce e Marco Mezzasalma e Simone Boccacini. Il nome di Odoardo Ascari è legato anche ad altri famosi processi, dalla tragedia del Vajont, su cui scrisse anche un libro, al dirottamento dell’Achille Lauro, la strage di Stava, il processo Calabresi e fu parte civile nel caso della strage di piazza Fontana. "Ho appreso con dolore della scomparsa dell’avvocato Odoardo Ascari, che fa mancare al modo forense italiano una figura di grande rilievo, un penalista di straordinaria competenza e di indiscusso prestigio nazionale". Sono le parole con cui il sindaco di Modena Giorgio Pighi ha commentato, in un telegramma inviato alla famiglia, la scomparsa del noto penalista. I funerali si terranno domani alle 11 alla chiesa di San Pietro.


Riproduzione riservata © 2018 TRC