in:

Utilizzavano il metodo delle scatole cinesi costituendo società a responsabilità limitata poi fallite nel tempo

Utilizzavano il metodo delle scatole cinesi costituendo società a responsabilità limitata poi fallite nel tempo, per condurre un’attività di noleggio di automezzi che però non erano assicurati. A gestirla era un 33enne nativo della Basilicata che a Modena disponeva di almeno un autoveicolo e quattro furgoni che proponeva alla clientela ma senza alcuna copertura. La ditta risulta in stato di fallimento e per il comune non esiste in viale Trento Trieste un locale autorizzato all’autonoleggio. L’attività illecita è stata scoperta grazie a una complessa operazione condotta dai Vigili di quartiere del centro storico, in collaborazione con alcuni residenti della zona. La Polizia municipale ha multato il titolare per 4500 euro, segnalandolo anche all’Ispettorato del lavoro, alla Guardia di Finanza e al Garante della concorrenza per slealtà nei confronti dei clienti.


Riproduzione riservata © 2018 TRC