in:

L’incendio divampato questa mattina alle 4 alla stazione Tiburtina di Roma ha creato ripercussioni su tutta la rete ferroviaria italiana. Anche a Modena.

Oltre tre ore di ritardo per l’espresso Palermo-Milano che ferma alla stazione di Modena alle 8,36. Un’ora e mezza di attesa per il Torino-Lecce in transito alle 11.19. Avvio di giornata difficile per numerosi utenti del servizio ferroviario che hanno dovuto destreggiarsi in una selva di ritardi prima di riuscire a mettersi in viaggio. Il problema va ricondotto all’incendio di vaste dimensioni divampato questa mattina alle 4 nella sala apparati della stazione Tiburtina di Roma. Domato dopo 7 ore di lavoro dai vigili del fuoco, il rogo ha avuto ripercussioni pesanti sul sistema ferroviario, paralizzando quasi completamente il nodo della Capitale e generando una serie di ritardi, cancellazioni e deviazioni di percorso sulla rete nazionale. I disagi riguardano soprattutto i treni a lunga percorrenza, eurostar, espresso e intercity, alta velocità inclusa. Nello scalo di Modena i problemi sono stati tutto sommato modesti dato che i collegamenti regionali non hanno subito rallentamenti. Puntuali anche i convogli diretti o provenienti dalla linea adriatica. Decisamente più difficile invece, la situazione a Bologna dove tutti i treni provenienti dal Lazio registravano questa mattina ritardi molto consistenti, in alcuni casi superiori alle 4 ore. Il personale di Trenitalia sta cercando in queste ore di gestire il disagio accogliendo i viaggiatori nell’atrio, ancor prima che assedino il punto informativo, e diramando continui aggiornamenti attraverso altoparlante e tabelloni luminosi. Chi deve raggiungere località settentrionali viene dirottato su convogli regionali o su altri treni che nascono al nord e che, al momento, stanno viaggiando senza ritardi. E’ stato inoltre abolito il sistema dei posti prenotati, in modo da agevolare il più possibile i viaggiatori. La circolazione da e verso Roma – fa sapere Trenitalia – non si interromperà, ma continuerà con un’offerta ridotta. Per il ritorno alla normalità bisognerà comunque aspettare più giorni, mentre per oggi rimangono sconsigliati gli spostamenti verso il Lazio.


Riproduzione riservata © 2018 TRC