in:

Le forze dell’ordine sono intervenute nella ex sede del maglificio Mbm in via De Gavasseti a Modena. Negli ex uffici gli agenti hanno trovato 24 persone straniere.

Materassi gettati a terra nelle stanze, decine di scarpe, indumenti sporchi, cattivo odore, numerosi fogli dei cellophane e calzini che servivano probabilmente per nascondere e confezionare dosi di droga. Questo lo scenario di fronte al quale si sono trovate le forze dell’ordine questa mattina quanto sono intervenute nella ex sede del maglificio Mbm in via De Gavasseti a Modena. Negli ex uffici al piano terra, al primo piano e nell’ampia zona di produzione, gli agenti hanno trovato 24 persone straniere, quasi tutte tunisine, accampate nei locali dell’ex stabile industriale. La Polizia municipale e la Polizia di Stato sono intervenute grazie alla segnalazione di alcuni residenti che avevano notato da alcuni giorni uno strano viavai di persone nelle ore notturne. Delle 24 persone fermate, accompagnate nei locali della Questura, una quindicina sono migranti sbarcati a Lampedusa dai paesi del nord Africa. Sono provvisti di permesso di soggiorno per questioni umanitarie, ma sono già persone note alle forze dell’ordine perché in poco tempo sono entrate nel giro dello spaccio di droga in varie parti della città.


Riproduzione riservata © 2018 TRC