in:

Sono entrati nell’esercizio commerciale di viale Storchi alle 9, brandendo due grossi coltelli da cucina.

Sono entrati nell’esercizio commerciale di viale Storchi alle 9, brandendo due grossi coltelli da cucina. Il titolare, Cesare Gallini, colto alla sprovvista ha cercato di prendere tempo, così i due rapinatori hanno cominciato a gettare a terra merce e cassetti. Ma il tabaccaio non si è perso d’animo, ha bloccato il braccio di uno dei due stranieri e lo ha anche colpito, incurante dei rischi. Poi però le minacce: il malvivente bloccato ha gridato all’altro di usare il coltello. Gallini allora ha finto di stare al gioco e di prendere i soldi. Invece ha afferrato uno spray urticante al peperoncino e lo ha spruzzato in faccia ai due. Provvidenziale lo spray che gli ha regalato la figlia: ha evitato che il tabaccaio si facesse del male, e anche che subisse una rapina. I malviventi sono scappati a piedi verso l’autostazione facendo perdere le tracce. Sul posto poi è arrivata la volante, ma che ancora una cosa che il titolare spera di chiarire presto. Il negozio ha un sistema d’allarme collegato alla questura: lui lo ha azionato, ma l’allarme non è mai giunto al 113.


Riproduzione riservata © 2018 TRC