in:

Una donna di 36 anni, Barbara Cuppini, dirigente della Ferrari di Maranello nel settore marketing, è stata uccisa a coltellate a Serramazzoni, dal fidanzato.

Una donna di 36 anni, Barbara Cuppini, dirigente della Ferrari di Maranello nel settore marketing, è stata uccisa a coltellate a Serramazzoni, dal fidanzato, Alessandro Persico di 42 anni, ingegnere e anche lui dipendente del Cavallino. L’omicidio si è consumato tra le mura domestiche, presso la casa dell’uomo in via Piave, probabilmente ieri sera, e subito dopo Persico è fuggito con la sua auto verso Rovereto di Trento. La sua latitanza è stata però breve perché questa mattina l’uomo si è recato presso il locale commissariato dove ha confessato il delitto dovuto, probabilmente, a motivi passionali. Pare che i due, che si frequentavano, ma non vivevano insieme, si fossero da poco allontanati e questo avrebbe portato l’ingegnere a un grave stato di sofferenza psicologica. Alessandro Persico è separato e ha una bambina. Barbara Cuppini, invece, viveva a Carpi con il padre di 82 anni che, non vedendola rincasare, aveva denunciato la scomparsa. La relazione tra Barbara Cuppini e Alessandro Persico non era stata resa nota ai colleghi di lavoro, che ricordano la donna, che lavorava a Maranello da circa cinque anni, come una ragazza solare e positiva.


Riproduzione riservata © 2018 TRC