in:

Hanno bloccato, alle 23 di ieri, in via Erri Billò, a Formigine, un 23enne addetto alle consegne a domicilio di una pizzeria d’asporto. Gli hanno mostrato una pistola, lo hanno malmenato e gli hanno strappato di mano il borsello che conteneva 100 euro.

Hanno bloccato, alle 23 di ieri, in via Erri Billò, a Formigine, un 23enne addetto alle consegne a domicilio di una pizzeria d’asporto. Gli hanno mostrato una pistola, risultata poi un giocattolo, lo hanno malmenato e gli hanno strappato di mano il borsello che conteneva 100 euro, l’incasso della serata. La coppia è poi scappata su una Toyota Yaris. Immediato l’allarme ai carabinieri, che hanno subito bloccato i due rapinatori. In manette un 26enne pregiudicato, e la compagna, coetanea e disoccupata: entrambi di Formigine, in passato avevano lavorato per la stessa pizzeria. Tentato furto al distributoreIgnoti, la scorsa notte, hanno tentato di razziare il distributore Agip che si trova sulla tangenziale Modena est-Modena ovest. Hanno bloccato l’accesso dalla strada con tronchi e cespugli, poi hanno cercato di spegnere la corrente per disattivare il sistema d’allarme, ma non ci sono riusciti. I ladri se ne sono dovuti andare a mani vuote, lasciando solo qualche danno. Il distributore da tempo è preso di mira dai malviventi, e ha subito diversi furti e rapine.Minacciano di uccidersi al CieSi sono arrampicati su una rete e raggiunti i sei, sette metri d’altezza hanno minacciato di gettarsi nel vuoto. E’ accaduto questa mattina, al Centro di identificazione ed espulsione di via Lamarmora. Autori di quella che probabilmente voleva essere soprattutto una forma di protesta, due immigrati che si trovano al Cie. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, ma in mezz’ora le forze dell’ordine sono riuscite a convincere gli stranieri a scendere.Controllo su scontrini, 60% irregolariSu 1.353 controlli sugli scontrini, ben 820, il 61%, ha presentato irregolarità. Le ispezioni sono state condotte dalla guardia di finanza, da inizio anno, in esercizi commerciali di Modena e provincia. 36 le proposte di chiusura temporanea dei locali perchè le mancate emissioni si sono ripetute nel tempo. Due provvedimenti di sospensione per tre giorni, emessi dall’agenzia delle entrate, sono appena stati notificati a due bar gestiti da cinesi a Mirandola e Medolla. Usura, in manette 65enneRisulta residente a Sorbara, anche se di fatto da tempo vive nel mantovano, il 65enne originario di Foggia, arrestato dai carabinieri di Reggio Emilia per usura. L’uomo aveva prestato denaro a un artigiano di Scandiano, chiedendo un tasso di interesse che era arrivato fino al 181%. Anche i modi erano quelli tipici dell’usura: il 65enne per assicurarsi l’immunità aveva più volte minacciato il piccolo imprenditore. A scoprire quanto accadeva i militari, dopo un sopralluogo a casa dell’artigiano per un furto. L’uomo dallo strozzino aveva ottenuto in più trance 10mila euro, e doveva restituirne 13mila in poco tempo. Crollo a Villa OmbrosaCrollo, ieri nel primo pomeriggio, nel cantiere di Villa Ombrosa, ex dimora di Ludovico Antonio Muratori. Nell’edificio, ora di proprietà del Comune di Modena, sono in corso i lavori di recupero per poi destinare lo stabile a sede della Casa delle donne. Ma ieri ha ceduto un solaio. Fortunatamente gli operai non lavoravano in quel punto e quindi nessuno è rimasto ferito. Sul posto la polizia.


Riproduzione riservata © 2018 TRC