in:

Gli hanno legato i polsi con il filo della tv poi, indisturbati, hanno rovistato in tutta la casa. Sono stati momenti di paura, ieri sera, per un pensionato di Massa Finalese, la cui abitazione rurale è stata presa di mira da una banda di rapinatori.

Era uscito in cortile per andare a dare da mangiare ai conigli, lasciando aperta la porta di casa. Quando è rientrato se li è trovati davanti, in tre, uno dei quali con il volto coperto da un passamontagna. Lo hanno bloccato, gli hanno legato le mani dietro la schiena con il cavo tolto dal televisore, poi lo hanno fatto sdraiare sul letto, tenendogli la faccia rivolta verso il cuscino. E’ accaduto ieri sera, poco dopo le 20,30, in un’abitazione rurale di Via Buca Galliera a Massa Finalese, via che conduce dal centro della frazione in aperta campagna. Al civico 40, dove la strada diventa sterrata, abita Angelo Dallolio, 79 anni. L’uomo vive solo da 26 anni. Non è la prima volta, ci ha raccontato, che si ritrova i ladri in casa, ma questa volta la paura è stata davvero tanta. I malviventi, forse rumeni, hanno poi rovistato in tutta la casa, riuscendo a scovare poco più di 200 euro in un comodino. Poi si sono allontanati, facendo perdere le tracce. Dallolio, che non ha il telefono, una volta riuscito a liberarsi ha preso la bicicletta ed è andato in paese dalla sorella, dove ha dato l’allarme. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Finale Emilia.


Riproduzione riservata © 2017 TRC