in:

Incendio doloso la scorsa notte a Valle di Serramazzoni. Presa di mira la casa di un ex giocatore del Modena. E non è la prima volta. I ladri non c’entrano, dalla villa non è stato rubato nulla, si propende per la ritorsione.  

Sono entrati dal lucernario del tetto e una volta raggiunto il piano terra hanno dato fuoco con un combustibile agli arredi. Non erano ladri insoddisfatti, dalla casa non è stato rubato nulla, nemmeno vandali; più probabilmente persone che in qualche modo volevano vendicarsi dei padroni di casa. Nessun dubbio sull’origine dolosa dell’incendio che ieri sera ha reso inagibile il piano terra di una villa a Valle di Serramazzoni, in via Valle Olio 1913, una bella casa di proprietà della famiglia Galli-Gibertini, l’ex giocatore del Modena degli anni 60, poi divenuto imprenditore edile. La casa è protetta da una cancellata chiusa con un grosso lucchetto ed è avvolta da una boscaglia lussureggiante. Chiusa alla vista di vicini e di curiosi. Una casa di vacanze, spesso utilizzata per i fine settimana, ieri sera completamente vuota. I danni sono pesanti, sono andati distrutti anche mobili antichi di valore. I pompieri hanno lavorato dalla mezzanotte alle 4 del mattino per spegnere il rogo, anticipato da un forte boato che ha attirato l’attenzione dei vicini. Sul posto anche i carabinieri della stazione di Serramnazzoni e di Pavullo. Oltre alle squadre dei vigili del fuoco di Pavullo è stato necessario l’intervento delle autobotti da Modena e da Sassuolo. Non è la prima volta che succede, lo scorso inverno era stato appiccato il fuoco davanti al portone di casa e a un piccolo trattore del giardino. Il pubblico ministero Claudia Natalini ha già riunito le due indagini. Spacciatore beccato dalle telecamere Grazie alle telecamere di sicurezza, ieri nel tardo pomeriggio, gli agenti della polizia municipale di Modena hanno individuato un 19enne sassolese (I.M) mentre, alla Pomposa, cedeva alcune dosi di hascisc a due ragazzi. Il giovane è stato denunciato a piede libero.


Riproduzione riservata © 2017 TRC