in:

Un marocchino di 37 anni è morto ieri sera travolto da un treno mentre cercava di attraversare i binari. Aveva cercato una scorciatoia per abbreviare il percorso verso casa.

Ha attraversato i binari al buio probabilmente per accorciare la strada verso casa. E’ stato invece investito dal treno regionale Piacenza Bologna delle 22,59 che si apprestava ad entrare in stazione a Modena con un ritardo di circa mezz’ora. E’ morto così alle 23,30 di ieri sera, un uomo di 37 anni, marocchino, in regola con il permesso di soggiorno e residente in città in via Ariosto. L’episodio è avvenuto in via Montecuccoli, a meno di un chilometro dalla Stazione ferroviaria. Anziché servisi del sottopassaggio, l’uomo deve aver scavalcato la recinzione e tentato l’attraversamento dei binari per raggiungere l’altro lato. Una prassi molto pericolosa, ma purtroppo diffusa, specie tra gli stranieri e le persone bisognose che gravitano intorno al centro di Porta Aperta la cui sede si trova proprio al di là della barriera ferroviaria. Il buio, la troppa sicurezza o forse una disattenzione hanno impedito allo sfortunato marocchino di accorgersi del sopraggiungere del treno. E’ apparso comunque subito chiaro che non si trattava di un suicidio. Nel rapporto della Polfer di Modena, intervenuta sul posto, si parla appunto di “attraversamento indebito”. L’uomo è stato identificato dai documenti che portava con sé. Finalese arrestato per droga Anche un modenese tra le dieci persone arrestate dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria nell’ambito dell’operazione “Capolinea” che ha sventato un’organizzazione dedita al traffico di stupefacenti tra la piana di Gioia Tauro e la provincia di Modena. In manette Santo Bagalà, 43 anni, originario di Taurianova e residente a Finale Emilia. Secondo gli investigatori, la droga partiva mensilmente da Gioia Tauro diretta verso Modena e la Sicilia dove una rete di collaboratori provvedeva allo spaccio al minuto. Sequestrati dai Carabinieri 2 chili di cocaina e 100 grammi di canapa indiana, oltre a due ville a Gioia Tauro. Carambola fra auto, un ferito grave Un 73enne di Carpi è rimasto gravemente ferito nell’incidente stradale che si è verificato questa mattina, alle 7,15, sulla provinciale Motta, a San Marino, nel centro abitato della frazione carpigiana. L’anziano, (R.A.) viaggiava al volante di una Fiat Punto che, per cause in corso di accertamento da parte della Polizia Municipale, si è scontrata con una Opel Corsa che procedava in direzione opposta. Nell’impatto, la Opel è finita contro un’auto in sosta, mentre la Punto si è ribaltata al centro della strada. Il pensionato è stato estratto dalle lamiere dai vigili del fuoco e poi trasportato dall’elisoccorso a Baggiovara dove si trova attualmente ricoverato in terapia intensiva. Solo escoriazioni superficiali per il conducente della Opel, (G.Z) 22enne di San Marino.


Riproduzione riservata © 2017 TRC