in:

Ha accoltellato un connazionale, riducendolo in fin di vita. E’ accaduto ieri sera a Pavullo: in manette un marocchino di 32 anni.

Hanno litigato ieri sera, in via Marchiani, in centro a Pavullo. A scatenare la disputa una donna. Ma le parole sono ben presto diventate fatti, e tra le grida è spuntato un coltello. Un marocchino di 33 anni ha colpito più volte all’addome il connazionale, 38enne, con cui discuteva. L’aggressione è avvenuta sotto gli occhi di numerosi passanti, la vittima priva di sensi si è accasciata al suolo in un lago di sangue. L’uomo è stato soccorso dai cittadini che avevano assistito alla scena, e che hanno chiamato 118 e carabinieri. L’aggressore, intanto, era scappato, aveva gettato il coltello, con una lama di 10 centimetri, in un tombino vicino al convento dei cappuccini. A casa aveva lavato i vestiti e cancellato ogni traccia di sangue. Ma i militari, grazie alle testimonianze, sono arrivati all’autore dell’accoltellamento in fretta, e lo hanno raggiunto nella sua abitazione di Pavullo. Khalid Zaoui ha prima tentato di negare, poi ha ammesso l’aggressione e ha detto dove ritrovare l’arma. E’ stato arrestato per tentato omicidio. Il 33enne, anche lui residente in paese, è stato trasportato a Baggiovara, è stato operato, e ora è ricoverato in terapia intensiva, la prognosi è riservata. Rapina con pistola al barRapina ieri sera, a Formigine: un uomo con passamontagna sul volto e armato di pistola è entrato nel Bar Alex di via Grandi. Il malvivente ha prima minacciato il titolare, un 27enne di Sassuolo, poi lo ha anche colpito alla testa. A quel punto ha svuotato la cassa e si è portato via 2mila euro, l’incasso della giornata. La vittima ha riportato lievi contusioni, è stata medicata al pronto soccorso. Sulla rapina indagano i carabinieri. Anarchici, offese alla stampaAlcuni degli anarchici che sabato scorso hanno sfilato per il centro di Modena, e hanno lasciato su muri e negozi scritte offensive e spruzzi di vernice, hanno colpito anche la scorsa notte. Davanti agli ingressi dei quotidiani Il resto del carlino, in via Zucchi, e La gazzetta di Modena, via Ricci, hanno imbrattato il muro con nuovi insulti e lasciato a terra sacchi aperti di letame. Chiaro il riferimento agli anarchici, visto che hanno lasciato la firma, e alla manifestazione: sul posto anche uno dei volantini distribuiti sabato scorso. Donna investita, stazionariaSono stazionarie le condizioni di Maria Vecchi, 64 anni, investita ieri mattina in via Vignolese, a Damaso, mentre attraversava sulle strisce. La donna aveva appena comprato il giornale quando è stata travolta da una Opel Astra guidata da un 24enne modenese denunciato per guida in stato di ebbrezza. La donna, molto conosciuta a Modena perché dirige l’acetaia Bompana, è ricoverata in neurorianimazione a Baggiovara. E sono stazionarie anche le condizioni dell’87enne investito da un camion, venerdì mattina, in via Sigonio, e anche lui ricoverato in ospedale.


Riproduzione riservata © 2017 TRC