in:

Blitz anti prostituzione, nei giorni scorsi, da parte di polizia di Stato e polizia municipale. 45 persone, tra cui una decina di uomini, sono state accompagnate in questura per accertamenti.

In quattro sere, a partire da lunedì scorso, gli agenti della questura e della polizia municipale hanno battuto le zone classiche della prostituzione modenese: via Emilia est, zona industriale Modena nord, località Bruciata e zona Tempio. In tutto sono tutte state trovate 45 persone che si prostituivano, donne ma anche una decina di uomini, circa il 20%. E i transessuali, che guadagnano – spiega la polizia – anche mille euro al giorno, sono in netto aumento. Come è in aumento la prostituzione in casa, mentre in strada si sta riducendo. Le persone identificate sono di varia nazionalità, vengono dal nord Africa ma soprattutto dall’est Europa, pochi italiani, e hanno tutti tra i 20 e i 30 anni. Alcuni di loro abitano fuori provincia, e arrivano a Modena solo in cerca di clienti. Sono stati accompagnati in questura per accertamenti, le varie posizioni ora sono al vaglio e in molti casi scatterà il foglio di via o l’espulsione. Nei prossimi giorni verranno intensificati i controlli anche verso i clienti, in particolare verrà applicata l’ordinanza che vieta l’intralcio alla circolazione stradale per la richiesta di prestazioni sessuali. La multa va dagli 80 ai 480 euro.


Riproduzione riservata © 2017 TRC