in:

Una donna è morta questa mattina, travolta da un camion spurgo in via Della Pace. La vittima aveva 71 anni, era a Modena solo da qualche tempo, ospite di parenti. L’appello della famiglia a eventuali testimoni.

Drammatico incidente mortale, questa mattina, a Modena. Verso le 10 una donna di 71 anni, Maria Cristina Colangelo, che era appena uscita dalla messa delle 9 nella chiesa di San Faustino, stava attraversando a piedi via Della Pace, sulle strisce pedonali. In quel momento una pesante autocisterna della Jolly Spurghi, guidata da un 48enne di Modena, ha svoltato da via Giardini. Al semaforo pedoni e svolta hanno il verde contemporaneamente. L’autista non ha visto la pensionata e l’ha travolta: solo a quel punto il camionista ha frenato, ma era ormai troppo tardi. La donna ha riportato ferite gravissime, è morta praticamente sul colpo, a nulla sono valsi gli sforzi del personale del 118, che sul posto ha inviato anche l’automedica. La vittima, residente in provincia di Lecce e da qualche giorno ospite a Modena da parenti, con sé non aveva documenti. Di risalire all’identità si è occupata la polizia stradale di Pavullo, che ha anche effettuato i rilievi di legge per chiarire la dinamica dell’incidente. La strada è stata chiusa temporaneamente per permettere la rimozione della salma e del mezzo coinvolto. E la famiglia della signora investita e deceduta fa appello a chiunque abbia assistito all’incidente e possa quindi contribuire a ricostruirne la dinamica e i dettagli. Ogni eventuale testimone è pregato quindi di rivolgersi alla polizia stradale.
 Polstrada scopre il tir della marijuana Nascondeva 60 chili di marijuana nella parte anteriore del semirimorchio con cui stava viaggiando, ma quando si è fermato nell’area di sosta Secchia ovest, dell’A1, si è imbattuto in un posto di blocco di polizia stradale e guardia di finanza. Il nervosismo del camionista ha insospettito agenti e militari, quindi è stato accompagnato, assieme al mezzo, al comando di Modena nord. Qui il cane antidroga delle fiamme gialle ha subito fiutato la droga. La perquisizione del semirimorchio ha permesso di recuperare due borsoni di tela nera, dentro 50 pacchetti ben sigillati che contenevano la sostanza stupefacente. E’ accaduto questa mattina alle 9, subito dopo l’autista, un albanese di 38 anni, residente a Tirana ma con regolare passaporto e impiegato come camionista, è stato arrestato.


Riproduzione riservata © 2017 TRC