in:

Ancora una rapina in villa la scorsa notte: tre malviventi hanno aggredito il titolare del residence le Ginestre di Modena. Lo hanno brutalmente picchiato per rubare denaro e orologi.

Era l’una della scorsa notte: tre uomini hanno forzato il cancello del civico 1.147 di via Vignolese, a Modena, vicino a San Damaso. L’ingresso non è protetto da allarme perché è l’accesso a un residence-albergo, Le Ginestre, e il via vai continuo renderebbe complicato un controllo. Una volta nel cortile i tre malviventi, con il volto parzialmente coperto, si sono diretti alla dependance dove vivono i titolari e qui hanno aperto la porta. Pierpaolo Marcacci, che stava guardando la tv, e la zia, che stava dormendo, sono stati sorpresi dalla presenza dei tre rapinatori nella casa. Marcacci, senza che opponesse alcuna resistenza, è stato picchiato brutalmente: uno dei malviventi lo ha colpito al volto con vari pugni fino a staccargli due denti. I rapinatori, che non hanno mostrato armi e parlavano con accento che poteva sembrare dell’est Europa, si sono poi fatti consegnare il denaro, circa 3mila euro, e alcuni orologi, due rolex, che si trovavano nella cassaforte, poi si sono dileguati nella notte. Prima di scappare pare che i tre abbiano anche cercato di portarsi via le auto parcheggiate in cortile, ma forse sono stati disturbati e hanno preferito allontanarsi in fretta. Le vittime a quel punto hanno chiamato la polizia, sopralluoghi da parte degli agenti erano in corso ancora questa mattina.


Riproduzione riservata © 2017 TRC